Cerca
  • Chiara Bianchi

Hold an old friend's hand: torna la Beppo's League

Aggiornato il: 4 giu 2018


Beppo's League | venerdì 1 giugno ore 21.30 | Bar del Centro, via Matteotti 31 - Brignano Gera d'Adda (Bergamo)
  • Michele Gentilini chitarra

  • Carmen Giammona voce

  • Chiara Bianchi basso

  • Il Beppo batteria


Più che un concerto, quello di venerdì sera sarà una rimpatriata tra amici: una cosa easy, divertente, proprio sotto casa tra l'altro. Un concerto dove proporremo brani che sono ricordi, pezzi di cuore: ci saranno I Wish e Higher Ground di Stevie Wonder, ma anche You Might Need Somebody, il bellissimo brano portato al successo da Randy Crawford che personalmente trovo incantevole. Ci saranno anche pezzi Motown - e qui sarà uno spasso, perché adoro il modo di suonare alla James Jamerson: solo le note essenziali, con il giusto groove e quella sensazione che tutto sta nelle tue mani. Faremo anche un po' di blues: sicuramente, I'm A Real Man di Robben Ford; per il resto, seguiremo l'istinto del momento.


Due parole sulla Beppo's League.

Siamo quattro amici uniti dalla passione per la musica.

Michele lo conosco da una vita, non dico da quanti anni perché potrebbe essere imbarazzante. Chitarrista eccezionale, non ha sicuramente bisogno delle mie parole per presentarsi: gli basta prendere in mano la chitarra e attaccare un blues. Voilà, questo è Michele.

Con Carmen ci frequentiamo da un anno, ma è come se ci conoscessimo da sempre: una donna fantastica, per me come una sorella. Ha una voce che mi fa impazzire: graffiante, forte, decisa, una voce nera con una grinta fuori dal comune.

Il Beppo invece l'ho conosciuto a una jam a casa di Michele, qualche anno fa. Ricordo quella festa come una delle più belle e divertenti alle quali ho partecipato.


Cosa porterò con me

Sicuramente, l'inossidabile basso nero che mi accompagna da sempre: un Ibanez SB900 di inizio anni 90, strumento che ha il grande pregio di essere leggerissimo. Per il resto, porterò sul palco il più piccolo componente del mio parco ampli: il combo Micromark 801 Markbass, un cubetto straordinariamente potente (80 W non sono pochi!). Di solito lo porto con me in situazioni come questa, quando il locale è piccolo ed è meglio non esagerare con i volumi. Perché la musica va sempre suonata col massimo rispetto, di tutto e di tutti.

0 visualizzazioni